Venerdì, 24 Giugno 2022 06:47

UN NUOVO VIOGNIER PER FERRARIS AGRICOLA: ECCO IL BISOU

Il Monferrato. Terra vocata al vino da sempre. Il Ruchè ne è il suo simbolo.

Al suo fianco, si ergono fieri, i rappresentanti della qualità enoica: le Barbera d’Asti e i bianchi. Tra questi, non può mancare il Viognier.

Fu proprio Luca Ferraris, erano i primi anni del XXI secolo, a portare il vitigno tra i comuni di Castagnole Monferrato, Refrancore, Viarigi, Scurzolengo, Montemagno, Grana e Portacomaro.

Correva l’anno 2006 e la prima vite di Viognier, secolare vitigno di origine francese, prendeva dimora nel terreno argilloso tipico dell’Astigiano.

Così è nato "Sensazioni"  Piemonte Doc Viognier.

 

Tutto scorre, tutto evolve. Oggi, da quelli stessi appezzamenti, ha preso forma Bisou.

L’uva è 100% Viognier, accuratamente selezionata nelle parti più alte e soleggiate della collina, così da ottenere un’alta concentrazione zuccherina, con l’obiettivo di dare un indirizzo stilistico che ricordi quella del Condrieu, paese francese di origine del Viognier.

Dopo la vinificazione, che avviene a 15°C, il vino viene lasciato fermentare per un terzo in tonneaux nuovi e per due terzi in vasche in acciaio. Dopo un affinamento sulle fecce fini di almeno 12 mesi, il vino viene assemblato e lasciato ulteriormente affinare in bottiglia per 18 mesi.

Il risultato è il Bisou: un bianco intenso, impreziosito dal ricco bouquet di frutta candita, pesca e albicocca, ma anche di miele e fiori di tiglio. Bisou garantisce tutta la freschezza tipica dei vini bianchi, con l’aggiunta di una complessità inedita per il Viognier.

 

Per saperne di più scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o vieni ad assaggiarlo direttamente nella nostra cantina a Castagnole Monferrato.

Letto 105 volte